/
Segni
/

Adattarsi è la chiave del cambiamento

Adattarsi è la chiave del cambiamento
Categorie:

Il cambiamento spaventa, con il suo carico d’ignoto che approda improvvisamente nelle nostre vite e mina le nostre certezze. Cambiare è rimettere se stessi ed i propri valori in discussione. Ma è una paura, per certi versi, stimolante e da cui poter trarre dei benefici. Per poter far questo però la parola d’ordine è adattamento, perché il sapersi adattare ai cambiamenti insegna nuove regole e nuovi canoni di comportamento, oltre a portare un rinnovato entusiasmo nell’affrontare ciò che la nostra vita ci offre. Ma non solo, perché, ad esempio, riuscire a organizzare nuovamente una giornata modificata da alcuni fattori inaspettati o riuscire ad affrontare un cambiamento di vita ben più importante è sinonimo di successo e di forza interiore.

Adattarsi al cambiamento però non è semplice

La flessibilità è un qualcosa che si impara, ma ovviamente non è così semplice. Servono tempo, concentrazione e soprattutto predisposizione. È un percorso da affrontare per gradi, con calma e con pazienza: il primo passo è iniziare ad accettare gli eventi per come si presentano e non per come dovrebbero essere. Questo modo di rapportarsi alle persone, ma alla vita in generale, permette di essere meno risentiti per ciò che non abbiamo e più aperti e ricettivi a ciò che abbiamo intorno. Ed è proprio questo il secondo punto alla base dell’adattamento: mantenere una predisposizione mentale all’apertura verso le novità e i cambiamenti anche importanti.  Essere flessibili vuol dire approcciarsi a tutto questo con fiducia e serenità, consci che può permetterci di migliorare e di apprendere qualcosa di nuovo.

La flessibilità quindi non deve essere paura del cambiamento, ma anzi uno sprone a rompere gli schemi, a interrompere la routine quotidiana, a modificare le nostre abitudini e a instaurare un nuovo modus operandi. La monotonia a lungo andare spegne l’entusiasmo, porta a vivere sempre le medesime situazioni e a conoscere lo stesso tipo di persone. Un circolo vizioso da cui è possibile uscire, semplicemente cambiando schemi mentali e cogliere le opportunità di arricchimento che ogni giorno gravitano nella nostra realtà. Perché, secondo la scrittrice francese Simone de Beauvoir, “non si trasforma la propria vita senza trasformare se stessi“.

 

Tags:
, ,

Condividi sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Precedente

Iscriviti alla nostra newsletter